Notice
  • Avviso a norma della Direttiva EU sulla privacy

    Questo sito usa cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. L'utilizzo del nostro sito implica l'accettazione a installare questi cookie sul vostro sistema.

    Consulta qui la legislazione EU (in inglese)

Lettera aperta al Sindaco di Mogliano Veneto Email


Mogliano Veneto, 20 luglio 2012

 

Caro Sindaco e cari Assessori e Consiglieri,

ieri sono venuta ad assistere al Consiglio Comunale, poiché si parlava del progetto della strada “Tangenziale nord-est” (l’ennesima strada nel martoriato Veneto), che tra gli altri danni andrebbe a distruggere il Parco d’Arte, nonché oasi ambientale, della Fondazione Giuseppe Boldini.

L’esperienza per me è stata traumatica e per certi versi kafkiana. Infatti Lei e gli Assessori e Consiglieri avete seraficamente ignorato l’esistenza del parco, pur avendo personalmente in varie occasioni inaugurato opere d’arte collocate permanentemente nell’area, ultima quella realizzata dall’artista Beatrice Palazzetti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, evento organizzato con l’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica. E già, perché Giuseppe Boldini non fu solo primo Sindaco di Mogliano, ma anche grande artista e patriota. E questi terreni del parco sono ciò che resta come testimonianza storica dei luoghi dove in parte visse, dove sorge la sua abitazione e il suo studio di pittura. Sempre in questi luoghi permangono i resti di un decumano romano.

A tale proposito ho ascoltato il Vicesindaco sostenere che sarebbe stata già effettuata la VIA (Valutazione Impatto Ambientale) e che nulla impatta o impedisce la costruzione della strada! Ma quando? Quale VIA? Caro Vicesindaco direi che il suo metodo è a dir poco fanciullesco: basta ignorare la realtà, non nominarla e oplà l’impedimento sparisce! Peccato che sull’argomento io abbia interessato tra gli altri il Ministero per i Beni Culturali. Peccato signor Sindaco, Assessori e Consiglieri che vi siate anche dimenticati che esiste la Costituzione Italiana che all’art. 9 recita: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. E Mogliano Veneto, anche grazie a Giuseppe Boldini fa parte della Repubblica.

Poi Lei caro Sindaco ci ha raccontato con un tono, debbo dire rassicurante come si usa con i bambini, una bella fiaba. Ci ha detto che in sintesi questa strada sarebbe un affare. E io per la verità Le credo. Certo non per l’Ambiente, per l’Arte, per i cittadini costretti a fare i conti per arrivare alla fine del mese , per le imprese che chiudono,per gli anziani,per la sanità,per la scuola...

Ma forse cari signori non vi siete accorti che il mondo è cambiato, in breve tempo sono caduti regimi, una crisi globale ci ha investito, ovunque avanza una nuova economia, la green economy. In tutto il mondo si stanno rivedendo le modalità di trasporto e delle comunicazioni, indotte dalle trasformazioni energetiche,ovunque si parla di un nuovo e diverso modo di vivere le città. In Italia sta per diventare legge il DDL “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”.

Persino la Lega non è più quella di una volta. Ahimè gli affari!

Una cosa però positiva ho ricavato ieri sera: ho conosciuto il Renzo Piano delle rotonde, che sedeva molto compreso del suo ruolo tra i consiglieri. Le rotonde io le adoro e so che in ogni parte del mondo vengono considerate l’avanguardia delle realizzazioni dell’architettura urbanistica oltre ad avere il pregio di essere un affare.

Per concludere ho pensato di farvi cosa gradita, accettando l’invito di AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani - Ministero per i Beni Culturali), di aderire alla giornata dell’arte contemporanea come Parco d’Arte. Il 6 ottobre quindi si svolgerà l’evento “La Via dell’Arte” che vedrà 9  (Nove non è casuale!) artisti di fama internazionale porre altrettante opere (le stanno realizzando) in permanenza lungo il percorso della strada ipotizzata.

So di fare cosa gradita perché l’evento renderà famosa Mogliano, già il mondo dell’Arte, della Cultura e dell’Ambientalismo si sta mobilitando.

 

Dott.ssa Daniela Vaccher Boldini

Direttore della Fondazione Giuseppe Boldini - Via Bianchi, 8 - 31021 Mogliano Veneto (TV) www.fondazionegiuseppeboldini.it

Presidente dell'Associazione Culturale Il Tempo Ritrovato - www.arteperte.it

Lungotevere degli Altoviti, 4 - 00186 Roma

Coordinatore del Gruppo Romano di AIVEP – Associazione Italiana Verde Pensile

tel/fax 06-68308707 - cell. 333-7741885 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

P.S. :Mi perdoni signor Sindaco se Le confesso che mentre vi ascoltavo ho formulato questo pensiero: “vado nella stanza del Sindaco e mi riprendo la tela che Giuseppe Boldini dipinse e che a suo tempo mio suocero donò al Comune”. Lo faccio per il bene di Giuseppe, nessuno se ne accorge, tanto noi non esistiamo.

 


 

Scarica qui il pdf della lettera originale inviata al Sindaco.

(la lettera è stata integralmente pubblicata da "La Tribuna di Treviso" il 23 luglio)